Associazione Amici di Memoria e Ricerca

L’Associazione “AMICI DI MEMORIA E RICERCA” ha sede in Bologna presso la società editrice “il Mulino”. L’Associazione non ha fini di lucro. Essa persegue unicamente finalità culturali connesse alla produzione e diffusione di studi di storia contemporanea, anche attraverso il sostegno alla pubblicazione della rivista “Memoria e Ricerca” da parte della Fondazione Casa di Oriani di Ravenna. A tal fine l’Associazione potrà contribuire a finanziare economicamente la pubblicazione della Rivista, creare un sito internet, ricercare sponsorizzazioni e raccogliere pubblicità sia a favore di pubblicazioni proprie, sia a vantaggio della rivista “Memoria e Ricerca”, organizzare viaggi in luoghi legati alla storia e presso siti storici, organizzare attività ed eventi culturali riferibili alla public history, rendersi editrice di pubblicazioni anche telematiche e vendere gadget con riferimento all’ambito della memoria storica.

Sorta nella seconda metà del 1993, dapprima come semestrale, poi, dal 2002, con una periodicità quadrimestrale, la rivista “Memoria e Ricerca” persegue alcune direttrici di fondo: la comparazione e l’approccio interdisciplinare nel “laboratorio” dello storico dell’età contemporanea. È quanto si è cercato fin qui di fare, nel contesto europeo e mediterraneo, con attenzione alla dimensione spaziale dei processi storici e coniugando spesso le sensibilità della storiografia con quelle delle scienze sociali. I fascicoli allestiti hanno sempre rappresentato l’approdo di ricerche originali, il cui orizzonte ha permesso di collocare la rivista come uno dei possibili crocevia nel panorama italiano ed europeo per quanti, soprattutto ricercatori delle nuove generazioni, praticano le virtù della comparazione. La rivista è inoltre attenta fin dalle origini alle forme di comunicazione e ai diversi linguaggi che concorrono alla costruzione della memoria culturale pubblica, nella convinzione che l’approccio comparato europeo permetta anche di meglio definire il caso italiano.

Ogni fascicolo è aperto da una parte monografica che in base a un’attenta progettazione raccoglie contributi su tematiche di frontiera del dibattito storiografico.  I temi caratterizzanti la rivista sono soprattutto affrontati nella rubrica “Regioni/ragioni della storia” e, con una particolare attenzione agli aspetti iconografici, nella rubrica “Documento/Immagine”, presenti fin dal primo numero della rivista. Favorendo anche in questo caso la dialettica fra diversi piani spaziali – lo sguardo nazionale e la dimensione internazionale –, le immagini e l’uso del messaggio iconico evidenziano le molteplici potenzialità di questi percorsi di ricerca. Infine, con una tra le nostre più accreditate rubriche, “Spazi on line”, si intende allargare l’attenzione verso gli strumenti che le nuove frontiere informatiche offrono al mondo della ricerca, sottolineando le potenzialità ma anche i rischi ad esse connesse.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *