4-5 maggio 2017 – Persistenze o rimozioni 7

 

Il Passato del Presente

Usi e abusi della storia nella formazione delle identità collettive

*

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Università degli Studi di Siena

4-5 maggio 2017

*

Il convegno annuale dell’Associazione Culturale “Persistenze o Rimozioni” è quest’anno dedicato al “Passato del Presente”, agli usi e abusi della storia nella formazione delle identità collettive.

Dopo un lungo e controverso dibattito internazionale, è ormai assodato dalla ricerca interdisciplinare – dalla storia, alle scienze umane a quelle politiche e del territorio – come l’appartenenza nazionale e le identità collettive non siano caratteristiche innate dell’uomo, ma il risultato di vasti e complessi processi culturali: una costruzione artificiale determinata dall’incessante produzione mitopoietica di simboli, dall’invenzione di tradizioni e dalla creazione di un immaginario comune e di un orizzonte di memorie collettivamente condivise. Il sentimento di appartenenza è, quindi, in larga parte, il risultato di precise politiche di uso pubblico della storia.

Transizioni e cesure più o meno drammatiche hanno condotto le nazioni moderne, attraverso le sue élite intellettuali e politiche, a scrivere e/o riscrivere – attualizzandolo alle esigenze del presente – il discorso collettivo sulla propria identità in un processo fluido che tende a perpetuarsi e a rinnovarsi nel corso del tempo e con l’avvicendamento dei sistemi politici.

Il convegno di quest’anno intende mettere a fuoco proprio il carattere dinamico della formazione delle identità collettive e nazionali, riferendosi al prima e al dopo di un particolare turning point e prediligendo quegli approcci che, studiando appunto il “Passato del Presente”, facciano dell’oggi il punto di partenza per la riflessione sulla storia e l’identità.

Qui il programma completo.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search